Aria di primavera , crea il tuo giardino pensile in pochi passi

 

L´integrazione sempre più cospicua del verde nelle strutture architettoniche e urbanistiche, offre numerosi vantaggi, non solo di ordine estetico. Il verde pensile, in particolare, è un mezzo efficace per ridurre l´impatto ambientale di nuove costruzioni. Iter Antiradice di Nord Bitumi rappresenta la soluzione professionale nell´impermeabilizzazione di giardini pensili.

Pare proprio che, in questi ultimi anni, la natura e il verde siano diventati i temi centrali dei progetti urbani, con una continua ricerca di materiali, con uso appropriato di quelli vecchi e con l´integrazione del verde negli edifici. Lo dimostra il fatto che i progetti in tal senso sono sempre meno sporadici e sempre più frequenti sono le rassegne e i convegni sul Verde Pensile e sulla cosiddetta Green Architecture. Nelle città del futuro grattacieli, musei, capannoni, edifici residenziali assumeranno sempre più l´aspetto dei leggendari giardini pensili babilonesi, con perfetto connubio tra acciaio, cemento e verde.

Una tendenza, questa, che sta prendendo piede anche in Italia, dove la metodologia del Verde Pensile è ancora poco conosciuta. Da decenni all´estero l´inverdimento pensile è largamente applicato, e spesso fortemente incentivato e reso quasi obbligatorio per mitigare l´impatto ambientale delle costruzioni. A Tokyo, per esempio, città tra le più inquinate e sovraffollate del mondo, una legge comunale prevede che il 20% dei tetti degli edifici pubblici sia “a verde pensile”, cioè trasformato in prati e parchi.

Purtroppo, in questo momento sono più numerosi i progetti su carta di quelli costruiti. Tra le opere che hanno già preso vita vi sono alcuni lavori di Emilio Ambasz, architetto argentino che per primo ha scelto la natura come elemento architettonico. In Italia se ne può vedere un esempio: è l´Environment Park di Torino, un parco scientifico-tecnologico dedicato all´ambiente, che ospita un gruppo di aziende del settore i cui edifici spiccano nella periferia cittadina grazie ai tetti ricoperti di verde. Di grande impatto e spettacolarità è, inoltre, il suo Fukuoka Prefectural International Hall a Fukuoka in Giappone: una specie di piramide maya con giganteschi giardini terazzati.

L´uso di piante e prati come filtro agli agenti atmosferici trova applicazione soprattutto sui tetti e nei terrazzi degli edifici. I vantaggi sono numerosi e si possono suddividere fondamentalmente in due gruppi:

  1. vantaggi ecologici;
  2. vantaggi economici.

Vantaggi ecologici:

  • Effetti positivi sullo smaltimento delle acque piovane. È stata provata la capacità delle copertura a verde di accumulare, trattenere e restituire solo in quantità ridotta l´acqua piovana ai sistemi di canalizzazione. Questo comporta, parallelamente a vantaggi di natura economica (contenimento dei costi per i sistemi di smaltimento), notevoli vantaggi sul clima.
  • Miglioramento del microclima. Attraverso l´effetto dell´evapotraspirazione il verde pensile aiuta a contenere l´aumento delle temperature estive.
  • Trattenimento delle polveri. Le copertura a verde limitano la riflessione del calore e il conseguente spostamento di polveri: il verde pensile può fissare polvere e sostanze nocive fino al 10-20%.

Vantaggi economici:

  • Il Verde Pensile aumenta di molto la vita media degli strati di impermeabilizzazione e coibentazione degli edifici attraverso la protezione meccanica e il contenimento degli sbalzi termici.
  • Comporta una riduzione della diffusione sonora all´interno degli edifici e della riflessione all´esterno. Questo riduce considerevolmente l´inquinamento acustico, pertanto il verde pensile è consigliato come copertura di edifici che ospitino attività rumorose: industrie, officine, discoteche, ecc.
  • Isolamento termico aggiuntivo con risparmio di energia nella climatizzazione e riscaldamento degli edifici.

Naturalmente l´inverdimento degli edifici deve essere progettato, eseguito e curato in modo professionale. A questo proposito Nord Bitumi ha realizzato una membrana che per le sue caratteristiche si presta efficacemente nell´impermeabilizzazione di giardini pensili e coperture interrate: Iter Antiradice. Iter Antiradice – membrana bitume polimero plastomero additivata con uno specifico agente chimico inibitore della crescita delle radici vegetali – garantisce un´elevata stabilità dimensionale e una grande resistenza alle sollecitazioni meccaniche.

(Fonte immagine: DOVE, anno 12, n. 7, luglio 2002)

ITER ANTIRADICE – Membrana bitume polimero con inibitore di crescita delle radici vegetali per impermeabilizzazione di giardini pensili e coperture interrate

Iter Antiradice è una membrana bitume polimero plastomero additivata con specifico agente chimico inibitore della crescita delle radici vegetali.   Per le sue caratteristiche è consigliata come secondo strato nelle impermeabilizzazioni di giardini pensili e coperture interrate.
Vantaggi

  • Resistenza all’attacco delle radici vegetali.
  • Resistenza ai punzonamenti.

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...